Premier League – 23esima giornata: Wijnaldum salva il Liverpool, torna al successo il City

Sono piccole ma non decisive le sentenze che ha emesso questa ventitreesima giornata di Premier League: inutile sostanzialmente il pari tra Liverpool e Chelsea, clamorosa invece la sconfitta dell’Arsenal in casa contro il Watford mentre Guardiola ha regolato con un sonoro 4 a 0 l’ormai decadente West Ham. Segno X per Mourinho, Pochettino e Koeman.

Conte e Klopp, pari che non serve a nessuno- Bella partita sotto il piano dell’intensità quella tra Liverpool e Chelsea. Nessuna delle due squadre però è riuscita a portare a casa i tre punti che avrebbero potuto riaprire o chiudere definitivamente il campionato. Uno a uno dunque il risultato in terra Reds. Le reti sono state siglate da David Luiz, su una delle punizioni più beffarde mai calciate in Premier, e da Wijnaldum che nonostante il suo metro e settantatre è riuscito a punire la difesa avversaria con un gol di testa. Poteva cambiare tutto Diego Costa che però si è visto parare il rigore dal tanto bistrattato Mignolet. Un pari inutile, pertanto, per i due coach visto che non permette al tedesco di ripartire né all’italiano di salutare in maniera (quasi) definitiva le avversarie inseguitrici.

Mazzarri, che scherzo!- L’ex allenatore di Napoli e Inter ha creato non pochi problemi ad Arsenè Wenger. Il Watford infatti ha vinto 2 a 1 all’Emirates contro l’Arsenal e la cosa terrificante è che sono bastati tre minuti agli Hornets per portare a casa baracca e burattini. Kaboul al 10’ su punizione e Deeney su respinta di Cech al 13’, hanno dato il via all’agonia dei Gunners che sono riusciti solo a segnare il gol della bandiera con l’improbabile Iwobi al 58’ minuto. Si mette male ora per il tecnico francese che poteva guadagnare due punti a dispetto dei cugini blu che saranno i suoi avversari nel prossimo turno di Premier.

Pep bene, Mou così così- È cambiato o sta cambiando qualcosa in casa Citizens. La scossa probabilmente l’ha data l’arrivo di quel fenomeno chiamato Gabriel Jesus. Una partita fantastica del brasiliano che oltre a segnare la rete del momentaneo tre a zero, ha regalato anche l’assist che ha aperto le segnature della partita a De Bruyne. Guardiola batte Slaven Bilic quattro a zero, ritornando in zona Champions e trovando un minimo di spirito e di gioco di stampo blaugrana. Ma se la squadra degli Oasis ha vinto e dominato, i Red Devils un minimo hanno deluso. Il Manchester United Ibra-dipendente ha conquistato il 15° risultato utile consecutivo ma non è riuscito ad andare oltre uno zero a zero un po’ bugiardo a dire la verità contro l’orrido, per ciò che riguarda i piani di gioco, Hull City del redivivo Ranocchia. Restano invariate le distanze dalla zona Champions ma i ragazzi di Old Trafford, se vogliono raggiungere la massima competizione europea, devono fare di più.

La 24a giornata- Come già scritto prima l’unico e vero big match della prossima giornata sarà quello tra Gunners e Blues. Arsenè Wenger e Conte si giocheranno tanto in questa gara perchè il primo potrebbe riaprire il torneo mentre il secondo, sempre in caso di vittoria, lo chiuderebbe definitivamente. Insidiosa invece sarà la trasferta dello United in casa dei campioni in carica del Leicester che, se pure in profonda crisi, non si farebbe problemi ad essere la buccia di banana dello Special One. Non dovrebbero essere troppo complicati i compiti per Klopp e Pochettino. Il tedesco, dopo aver salutato un tremendo gennaio, aprirà il mese di febbraio con la trasferta sul campo del quasi retrocesso Hull City. Gli Spurs invece ospiteranno il Middlesbrough che sta sorprendendo tutti a centro classifica.