Fazio: “In testa abbiamo solo la partita contro il CSKA”

Giornata di conferenza stampa oggi a Trigoria. Federico Fazio ha risposto alle domande dei cronisti presenti.

I cali di tensione. Cosa si può fare per evitarli? “Noi pensiamo alla partita di domani, a lavorare e prepararla al meglio per vincerla. Sarà importantissimo vincere domani e a Mosca per passare il girone”.

Cska Mosca: “Dobbiamo lavorare per prepararla al meglio. Sono una buona squadra, hanno vinto l’ultima partita contro il Real Madrid, però la cosa più importante sarà il nostro approccio alla gara. Dobbiamo essere determinati e cattivi per affrontarla al meglio domani”.
La Roma ha subìto 15 reti, lo scorso anno 6. Come mai? “Noi pensiamo alla squadra come un blocco. Non pensiamo che chi difende è solo la difesa o chi attacca è solo l’attacco. Noi dobbiamo migliorare non solo in difesa ma anche in altri aspetti che sono fondamentali e non ho dubbi sulla capacità della squadra”.
Perché non abbiamo ancora visto il vero Fazio? “Io non guardo indietro, guardo sempre avanti. Guardo all’allenamento di oggi, voglio stare in palestra e non qui a rispondere alle domande perché dobbiamo preparare una partita fondamentale per noi”.
I problemi in difesa nascono anche dal cambio di modulo?“No, per niente. Si parla sempre dopo il risultato. Contro la Spal abbiamo preso due tiri in porta pur avendo un maggiore possesso e pur creando di più. Contro l’Empoli nel secondo tempo non abbiamo fatto una grande partita, ma abbiamo vinto e nessuno ha detto niente”.
Aiuto ai compagni: “Non devo dare lezioni ma devo dare l’esempio. Tutti noi che abbiamo esperienza lo facciamo”.
Cosa ha comportato l’assenza di Manolas e De Rossi contro la Spal? “Niente, noi non giochiamo solo in undici. Siamo in tanti e tutti disponibili. Siamo qui per la Roma”.